Questa mattina presso l’Orto Botanico di Brest, i riflettori si stati puntati verso le imprese innovative del nord Finistère.
Con l’avvicinarsi della COP21 e come attori protagonisti della transizione energetica, le aziende selezionate hanno in comune la sensibilità verso l’ambiente.
Infatti, ciascuno nel proprio settore, esse offrono una soluzione al problema del riscaldamento globale.table-ronde-01

3EI, rappresentata dal presidente della società Marco Leto, ha risposto all’invito del GC29 per la sua annuale “Voyage de Presse”.

Suo compito è stato quello di presentare l’aspetto innovativo del business, la sua presenza internazionale e portarne informazioni.

Il digestore 3EI è innovativo sulla base di diversi criteri e, tra le sue capacità, c’è quella di ridurre significativamente il tempo di fermentazione (che va da 90 giorni a 30 giorni).

La dimensione internazionale è fondamentale per la società in quanto dalla sua creazione nel 2013 l’attività di 3EI si è sviluppata sia in Francia sia in Italia.

Infine è con soddisfazione ed orgoglio che Leto è stato in grado di annunciare l’imminente arrivo del primo digestore 3EI nel dipartimento del Finistère. Infatti nel corso del 2016 l’impianto sarà installato in una fattoria nei pressi di Morlaix.
table-ronde-02Il pubblico, composta da giornalisti nazionali ed internazionali venuti per l’occasione, ha mostrato molto interesse per questa soluzione innovativa per il trattamento dei rifiuti, riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra e garanzia di un reddito fisso per l’azienda agricola.